Giappone: rendimenti JGB tornano all'1% per la prima volta dall'aprile 2012, BoJ inietta liquidità

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 23/05/2013 - 09:28
La possibilità di una ridimensionamento anticipato del quantitative easing da parte della Federal Reserve si fa sentire sull'obbligazionario con il rendimento del Treasury decennale statunitense salito fino al 2,07%. Continua la forte volatilità anche sull'obbligazionario nipponico con il JGB decennale che questa mattina ha toccato la soglia dell'1% per la prima volta dall'aprile 2012. Per arginare la volatilità dei titoli di Stato nipponici oggi la Bank of Japan ha iniettato 2 mila miliardi di yen (circa 19,4 miliardi dollari) nel sistema finanziario. Ieri il governatore della Bank of Japan, Haruhiko Kuroda, ha detto che la banca centrale monitorerà attentamente i movimenti del mercato dei titoli di Stato sottolineando che il recente aumento dei rendimenti dei JGB non sta avendo un grande impatto sull'economia del Giappone.
Dalle minute dell'ultima riunione del Fomc è emerso che diversi esponenti del board della Fed hanno espresso la volontà di regolare il flusso di acquisti al ribasso già durante la riunione di giugno, se le informazioni che arriveranno dal fronte economico attesteranno una crescita "sufficientemente solida e sostenuta".
COMMENTA LA NOTIZIA