Giappone: economisti, crescita vendite dettaglio legata ad aumento prezzi carburanti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le vendite al dettaglio sono salite in Giappone dell’1,1% annuo nel mese di marzo, fino a 12.200 miliardi di yen. L’aumento dei prezzi dei carburanti ha però giocato un ruolo chiave sul dato. La crescita della benzina e del diesel hanno infatti lasciato meno spazio alle spese in abbigliamento e beni non indispensabili. “Il saldo positivo delle vendite retail è motivato dalla crescita dei prezzi del petrolio e non è da interpretare come un segnale di ripresa della spesa da parte dei consumatori”, spiega Mamoru Yamazaki, capo economista di RBS Securities Japan. Anzi, sottolinea l’esperto “la fase che stanno vivendo i consumi non è ottimale e ci sono rischi di una contrazione a causa dei timori di assistere a una crescita delle dinamiche inflattive”.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Market mover: l’agenda macro della giornata

L’agenda macro di oggi prevede nel corso della seconda parte i prezzi delle abitazioni statunitensi: alle 15 sarà diffuso sia l’aggiornamento elaborato dalla FHFA (Federal Housing Finance Agency) e sia quello realizzato da Standard & Poor’s. Dopo l’a…

BANCHE CENTRALI

Zona Euro: salgono le probabilità di una stretta a marzo 2018

L’allentamento delle tensioni innescato dal risultato del primo turno delle elezioni francesi spinge le probabilità di un incremento dei tassi di Eurolandia a marzo 2018. Secondo le indicazioni in arrivo dai tassi EONIA (Euro OverNight Index Average)…