1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Giappone, delude il Tankan. Si allontana normalizzazione tassi – PRIMA NOTA

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si allontana ancora nel tempo il momento in cui la Banca centrale del Giappone potrà operare l’agognato rialzo dei tassi di interesse, attualmente allo 0,50%, e proseguire nella politica di “normalizzazione” monetaria del Paese. L’economia del Sol Levante continua infatti a dare segnali contrastanti e dopo i recenti progressi delle rilevazioni sulla produzione industriale, non accompagnati tuttavia da una contemporanea solida crescita della domanda interna e quindi delle vendite al dettaglio, ieri l’indice Tankan relativo al trimestre ottobre-dicembre ha deluso le aspettative del mercato. Attualmente il mercato non sconta alcuna possibilità che i tassi di interesse siano modificati nella prossima riunione del 20 dicembre e le probabilità sono molto basse anche per le successive.


L’umore tra le grandi imprese manifatturiere giapponesi è calato a 19 punti dai 23 precedenti a fronte dei 21 punti attesi dal consensus e nuove contrazioni sono attese anche per il prossimo trimestre. In calo la fiducia tra le grandi imprese non appartenenti al comparto manifatturiero, a 16 da 20. Segnali positivi sono giunti invece dalla parte del sondaggio relativa ai piani di investimento, rivisti al rialzo nell’anno fiscale 2007 per le grandi e medie imprese, al ribasso per le piccole.

Il mercato azionario, già impostato negativamente non ha reagito alla pubblicazione dei risultati del sondaggio. L’attenzione è concentrata sulle turbolenze nel mercato del credito. L’indice Nikkei ha terminato le contrattazioni con un calo dello 0,1% a 15.514,51 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
DATI MACROECONOMICI

BB Biotech nuovamente in utile

BB Biotech chiude il 2017 tornando in utile: i profitti netti si sono attestati a 688 milioni di franchi, a fronte di una perdita netta di 802 milioni nell’intero 2016. …

MERCATI

Fmi: tonfo azionario “inevitabile”

Il tonfo azionario di due settimane fa era “forse inevitabile”. Parola del Fondo Monetario Internazionale, che spiega come comunque “l’economia continui a crescere”. …

STATI UNITI

Lloyd Blankfein: non mi sentivo così bene dal 2006

“Le probabilità di un esito negativo sono cresciute”. Così Lloyd Blankfein, n.1 di Goldman Sachs, ha descritto l’attuale contesto negli Stati Uniti. Blankfein, nel corso di un’intervista concessa a Christine …