1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Giappone: BoJ conferma la sua politica ultra-accomodante, economia vista in miglioramento

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Listini asiatici rialzo, guidati dalla Borsa di Tokyo, che continua a viaggiare sui massimi da oltre cinque anni dopo che la Banca centrale giapponese ha rivisto al rialzo la sua valutazione sull’economia del Paese e ha confermato la sua politica monetaria ultra-espansiva, messa in atto un mese e mezzo fa per uscire dalla spirale della deflazione.
Al termine della riunione di due giorni del proprio direttivo, la Bank of Japan ha confermato i tassi di interesse allo 0,1% e ha mantenuto invariato il livello di acquisto di asset deciso nella riunione dello scorso 4 aprile, ribadendo che il piano di quantitative easing continuerà fino a quando sarà necessario. L’obiettivo è quello di raddoppiare in due anni la base monetaria, procedendo a degli acquisti massicci di asset, per raggiungere un livello di inflazione annuale del 2% da qui a due anni e uscire così dalla spirale della deflazione che pesa da una quindicina di anni sull’economia nipponica.  
In un comunicato, l’istituto centrale precisa che l’economia è tornata crescere mentre le esportazioni hanno evidenziato segnali positivi. “L’economia giapponese ha cominciato a riprendersi”, si legge nella nota della BoJ. Solo qualche giorno fa, erano state diffuse cifre incoraggianti sulla crescita del Giappone, il cui Prodotto interno lordo è salito dello 0,9% nel primo trimestre dell’anno rispetto al precedente periodo. Esportazioni, investimenti, produzione industriale e condizioni finanziarie stanno migliorando, ha rilevato l’istituto guidato da Haruhiko Kuroda, nonostante i rischi sull’intera economia globale permangono. 
L’indice Nikkei, che ha chiuso sui massimi livelli da oltre cinque anni nelle ultime tre sedute, ha esteso i guadagni terminando con un +1,6% a 15627,26 punti. Bene anche gli altri listini asiatici con Seoul in progresso dello 0,66%, Taiwan in rialzo dello 0,2%, Mumbay dello 0,35%, Giacarta con un +0,34%, e Manila +0,13%. Poco mossa invece Hong Kong con un +0,06%.