1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

E’ già iPad-mania, ma gli analisti si dividono sul motivo dello slittamento delle consegne

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Steve Jobs ha messo a segno un nuovo colpo? In barba ai gufi che dicevano che l’iPad, il nuovo gadget tecnologico di Apple, atteso per mesi dal mercato e dai guru del settore sarebbe stato un iFlop, gli ordini per il nuovo fenomeno della Mela sembrano raccontare un’altra verità: stanno andando a gonfie vele, sbaragliando anche le più rosee aspettative.


La Apple ha iniziato a raccogliere gli ordinativi per la tavoletta dei desideri, l’iPad, il 12 marzo scorso, promettendo che le consegne dell’apparecchio con il touch screen sarebbero state smistate a partire dal 3 aprile. Ma qualcosa non è andato come previsto. Adesso sul sito della società americana campeggia una nuova data di consegna: quella del 12 aprile. E così l’arrivo del nuovo prodotto Apple nei negozi si tinge di giallo.

 

Secondo gli addetti ai lavori è il segnale che indica che la Apple potrebbe aver esaurito il suo inventario iniziale. Chi ha effettuato l’ordine all’inizio del mese avrà comunque l’apparecchio il 3 aprile, ha rassicurato un portavoce della Apple. Per alcuni analisti la prudenza resta la via maestra. La spiegazione a loro avviso sarebbe, infatti, da ricercare da un’altra parte: il gruppo americano starebbe incontrando difficoltà nell’incrementare la produzione a causa di alcuni problemi che sarebbero emersi nella catena di rifornimento. Se così fosse la notizia delle mancate consegne assumerebbe altri contorni.

 

Ad ogni modo resistere al nuovo oggetto dei desideri, per i tecnofili, non sarà un’impresa facile: il nuovo dispositivo arriverà nei negozi fra qualche giorno. L’iPad sarà in vendita dal prossimo sabato negli Stati Uniti ad un prezzo base di 499 dollari per il modello Wi-Fi. Il modello di alta gamma costerà invece oltre 800 dollari.

 

Anche se le stime degli analisti di mercato sono ancora disparate, alcuni prospettano che Apple arriverà a vendere circa un milione di iPad nel trimestre che termina a giugno. Ma c’è chi si spinge anche oltre: la società Idc ha quantificato il successo di Jobs in quattro milioni di pezzi venduti entro la fine dell’anno.