1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

La Germania mostra i muscoli nel secondo trimestre, +0,7% t/t il Pil. Rendimento Bund ai massimi da marzo 2012

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Piede sull’acceleratore per l’economica tedesca nel secondo trimestre dell’anno. La prima economia europea ha evidenziato nei tre mesi da aprile a giugno un miglioramento del proprio Pil pari allo 0,7% t/t. Si tratta del tasso di incremento trimestrale più elevato degli ultimi 12 mesi. Il consensus degli analisti era per una crescita pari allo 0,6% rispetto al +0,1% registrato nel precedente trimestre. Su base annua l’economia tedesca evidenzia un’espansione pari allo 0,9%.
 
La spinta arriva da domanda interna
Secondo l’Ufficio di Statistica tedesco l’incremento registrato nel secondo trimestre deriva principalmente dall’incremento dei consumi privati domestici e dalla spesa pubblica. La prova di forza dell’economia tedesca era stata anticipata nelle scorse settimane dal ministero dell’Economia tedesco e dalla Bundesbank che avevano parlato di crescita “notevole” nel secondo trimestre sostenuta principalmente da consumi privati e dagli investimenti nel settore costruzioni. Per la restante parte dell’anno è però atteso un rallentamento della crescita. La Bundesbank, guardando ai mesi estivi, ritiene infatti che la crescita potrebbe continuare a un ritmo inferiore rispetto a quello del secondo trimestre. Le stime del governo Merkel per l’intero 2013 sono di un +0,5% per il Pil. Più cauta la Bundesbank che vede un +0,3% quest’anno e +1,5% nel 2014.

Crescita della fiducia in Germania confermata ieri dal balzo dell’indice Zew a 42 punti ad agosto dai 36,3 del mese precedente, tornando sui massimi da marzo con i primi segni di una fine della recessione in importanti Paesi della zona euro che hanno contribuito alla crescita dell’indicatore ad agosto. Inoltre, l’ottimismo economico è sostenuto dalla robusta domanda interna in Germania.

Pil fa schizzare rendimento Bund ai massimi dal marzo 2012
I positivi riscontri arrivati dal Pil tedesco hanno spinto a un nuovo calo delle quotazioni del Bund tedesco con conseguente aumento del rendimento. Il rendimento del decennale tedesco è salito questa mattina fino all’1,83%, livello più alto dal marzo 2012. Massimi a 17 mesi anche per il rendimento del Bund trentennale salito oltre il 2,60%.