Germania, la disoccupazione è stabile al 6,9% ma peggiorerà nei prossimi mesi

Inviato da Riccardo Designori il Gio, 29/11/2012 - 12:42
Il tasso di disoccupazione in Germania a novembre è rimasto stabile al 6,9%, con una crescita di disoccupati pari a 5.000 unità. Il dato sembra essere lievemente migliore delle attese, dato che ci si attendeva un tasso di disoccupazione al 7%. Nulla esclude che le cifre siano riviste il prossimo mese. Il calo degli ordini sta spingendo molte imprese tedesche a ridurre il personale e la tendenza potrebbe continuare sino ai primi mesi del 2013.

Alla fine il peggioramento della contrazione evidenziato degli indici anticipatori Pmi nei mesi scorsi sta manifestando i propri effetti. Dopo il timido rialzo del Pil del 3° trimestre (+0,2% t/t) la nostra view rimane ribassista per gli ultimi tre mesi dell'anno. Ci aspettiamo una crescita compresa tra -0,2%-0% su base congiunturale dovuto al deterioramento delle condizioni della zona euro e a un calo della domanda extra Ue.

Sul fronte mercati, gli indici questa mattina hanno aperto in deciso territorio positivo e continuano ad accelerare al rialzo. La tendenza è di andare a replicare i massimi di metà ottobre per il Dax (a quota 7.450 punti) e quelli di inizio novembre per il Ftse Mib (a 15.900 punti). Oltre questi livelli si aprirebbero le possibilità per ulteriori allunghi sino ai massimi di settembre sul Dax e di ottobre sul Ftse Mib.

Tra le valute, l'euro/usd, dopo il rimbalzo sul supporto importante a 1,2880 ieri, ha ripreso ad accelerare salendo sino a 1,2980, dopo una breve test nella notte a 1,2960. Per oggi la resistenza principale rimane a 1,3010, massimo di martedì, mentre un primo supporto transita per 1,2940 e successivamente a 1,2880.

VINCENZO LONGO
MARKET STRATEGIST


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA