Generali: voci su possibile cessione quota in Migdal, per Intermonte si allontana rischio aumento

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 24/02/2012 - 11:33
Generali all'attenzione di Piazza Affari, nel giorno in cui si riunisce il Cda per aggiornare, tra le altre cose, il piano industriale 2012-2014. Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, il Leone di Trieste in occasione del board potrebbe valutare di vendere la quota del 70% detenuta nell'israeliana Migdal. "La cessione - sostiene Intermonte nella nota odierna - potrebbe portare ad un cash-in intorno ai 700-800 milioni di euro, con effetti limitati a livello di capital gain e solvency margin (una crescita di 3-4 punti percentuali) ma con un effetto positivo sulla liquidità del gruppo, ad ulteriore supporto della nostra view che Generali non dovrà affrontare un aumento di capitale nei prossimi mesi anche grazie al recente recupero dei margini di solvibilità da fine anno", conclude il broker che conferma il giudizio neutral con prezzo obiettivo fissato a 14 euro. In lieve ribasso il titolo sul Ftse Mib che arretra dello 0,08% a quota 12,3.
COMMENTA LA NOTIZIA