1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Generali verso il 100% di Generali Deutschland, acquisto minorities finanziato con cessione 1% azioni proprie

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Generali si prepara a prendere il pieno controllo di Generali Deutschland Holding, il secondo gruppo assicurativo in Germania, con l’acquisizione della quota di minoranza del 7%. Per questo ha raggiunto l’accordo per rilevare una quota del 3% di Generali Deutschland Holding da un gruppo di investitori privati ad un prezzo iniziale di 105 euro per azione, pari a un controvalore complessivo di 171 milioni di euro, dopo la quale supererà la soglia del 95%. In seguito a questa transazione, il Leone intende esercitare il previsto diritto di avviare la procedura di squeeze-out del rimanente 4% ottenendo il pieno controllo azionario della società. In seguito all’operazione, la cui conclusione è prevista entro il primo semestre del 2014. Generali riterrà l’intero risultato netto generato da Generali Deutschland Holding, pari a 504 milioni di euro nel 2012.

“L’acquisizione delle minorities di Generali Deutschland Holding è in linea con il nostro obiettivo di gestire con il pieno controllo tutte le nostre business unit strategiche e rientra nel piano di semplificazione del gruppo”, ha commentato il ceo di Generali, Mario Greco. “Questo investimento genererà valore, con un ritorno superiore al target di redditività fissato nel nostro piano strategico”.
Dopo la conclusione della transazione e il delisting delle azioni di Generali Deutschland Holding, Generali prevede di ottenere efficienze fiscali, derivanti dal consolidamento fiscale che sarà realizzato in una fase successiva in Germania, e ulteriori sinergie operative. Considerando queste sinergie e sulla base del prezzo dello squeeze out, il Leone di Trieste  prevede che l’investimento genererà valore in termini di utile per azione.

Incassati 216,7 mln da collocamento 1% delle azioni proprie
A supporto dell’operazione la compagnia triestina ha collocato 15.535.601 azioni proprie, pari a circa l’1% del capitale azionario, ad un prezzo di 13,95 euro per azione, in seguito ad un processo di bookbuilding accelerato. Il trasferimento delle azioni e il pagamento del corrispettivo avverranno il prossimo 15 luglio 2013. Il corrispettivo lordo del collocamento, pari a circa 216,7 milioni, si tradurrà in un aumento dell’indice di Solvency I del Gruppo di 1,2 punti percentuali. BNP Paribas, Morgan Stanley e UBS Investment Bank hanno operato come Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners per il collocamento.