1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Generali: utile in calo nel III trimestre, ma superiore a tutto il 2014 nei 9 mesi. Previsto rialzo nel 2015

QUOTAZIONI Generali Ass
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Il gruppo Generali prevede un rialzo significativo dell’utile nel 2015, nonostante abbia chiuso il terzo trimestre con un risultato in calo. Nel periodo luglio-settembre l’utile netto si è attestato a 420 milioni di euro, in ribasso del 18% rispetto al corrispondente trimestre del 2014. Tuttavia sui primi nove mesi dell’anno, il risultato ha mostrato un progresso dell’8,7% a 1,7 miliardi, superando il livello dell’intero 2014. Il risultato operativo è salito del 4,7% a 3,8 miliardi. I premi lordi hanno superato i 54 miliardi (+5,1%), grazie al buon andamento del segmento Vita (+7%) e della ripresa del segmento Danni (+0,8%). Il combined ratio, il rapporto tra spese e costi di risarcimento sulla raccolta, è migliorato di 0,8 punti percentuali attestandosi al 92,7% nonostante i maggiori sinistri catastrofali.
 
L’outlook: l’utile salirà in modo significativo
“A livello macroeconomico – si legge nella nota del gruppo del Leone – è prevista una ripresa della crescita del Pil nelle economie avanzate, caratterizzate da tassi di interesse ai minimi storici, grazie all’outlook positivo per l’economia americana e alla politica monetaria espansiva della Banca centrale europea”. In tale contesto Generali prevede un’ulteriore crescita del fatturato sia danni che vita. In presenza di un quadro macroeconomico ancora incerto e in linea con i propri obiettivi strategici, il gruppo “nel proseguio dell’anno continuerà a perseguire tutte le azioni volte al miglioramento del risultato operativo complessivo”. “Siamo fiduciosi – ha dichiarato Alberto Minali, direttore finanziario di Generali – di poter terminare il 2015 con un utile netto significativamente superiore a quello del 2014, anche per effetto del buon contributo che ci attendiamo dall’ultimo trimestre dell’anno”.