Generali, sotto 12,86 l'attacco a 13,70 euro verrebbe rimandato

Inviato da Alessandro Piu il Gio, 13/12/2012 - 11:29
Generali segna un rialzo di quasi un punto percentuale a Piazza Affari in una seduta al momento poco volatile. L'azione ha segnato un massimo di sessione a 13,25 euro ed ha poi perso spinta tornando verso 13,16 euro. Al momento, pertanto, non appare avere la forza sufficiente per tentare un nuovo attacco all'importante resistenza di quota 13,70 euro. Un ostacolo che da fine luglio 2011 ha contenuto due decisi tentativi di assalto e che prima, per ben due anni, ha funzionato come sostegno alle quotazioni. La possibilità di un nuovo attacco verrebbe definitivamente meno con un ritorno delle quotazioni sotto 12,86 euro, da dove il titolo potrebbe arretrare almeno fino a 12,50 euro. Il superamento dei massimi del 5 dicembre scorso a 13,38 euro, per contro, darebbe il via al tentativo di attacco. Una rottura di quota 13,70 euro, considerata l'importanza dell'ostacolo, per essere significativa dovrebbe essere confermata almeno con una chiusura di seduta e accompagnata da volumi sostenuti. Oltre 13,70 per Generali si genererebbe un forte segnale long con gli obiettivi più immediati a 14,29 euro, 14,95 e 15,40. Per nuovi posizionamenti long è pertanto consigliabile attendere il superamento confermato di 13,70 ed entrare sull'eventuale pull-back. Chi volesse invece impostare un'operatività short più speculativa potrebbe inserire ordini di vendita su rottura al ribasso di 12,86 euro con target a 12,47 e 12,39 euro e stop loss a 13,15.


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA