Generali, senza conferme i rumors di utili 2010 deludenti

Inviato da Riccardo Designori il Gio, 16/12/2010 - 11:25
Peggior titoli del Ftse Mib nella prima parte della seduta odierna, Generali paga le indiscrezioni di stampa circa un risultato netto 2010 sotto il consensus: il valore potrebbe ammontare a 1,6 miliardi di euro dai circa 1,8 finora stimati dagli analisti. L'indiscrezione, giunta proprio nel giorno in cui a Roma il Cda presenterà il budget 2011, ha ovviamente irretito il management del Leone di Trieste che ha immediatamente comunicato come il risultato operativo, come confermato nel corso della presentazione dei dati ai nove mesi, a fine anno si posizionerà nella parte alta del range tra 3,6 e 4,2 miliardi di euro. Tuttavia la società non si è sbilanciata circa la bottom line, precisando che a oggi non è possibile fare una previsione in quanto il risultato dipenderà dall'andamento dei mercati azionari a fine anno. Partendo da queste considerazioni di carattere fondamentale, chi volesse dare fiducia alle indicazioni positive del management potrebbe implementare una strategia long sulla debolezza. Dopo il recente rimbalzo, seguito alla rapida violazione dei fondamentali supporti statici di 13,53 effettuata lo scorso 30 novembre, le azioni del gruppo assicurativo si sono infatti riportate in prossimità delle resistenze di 15,25 euro. Per questo motivo le vendite odierne al momento non hanno nuovamente deteriorato il quadro grafico di fondo ma possono essere intese come un ritracciamento utile per una nuova accumulazione in vista quantomeno di un ulteriore allungo verso area 15,50 euro. Chi volesse implementare una strategia long può dunque collocare i propri ordini di acquisto in prossimità di 14,30 euro, livello che rappresenta il 50% di Fibonacci calcolato sul movimento rialzista iniziato dai minimi del 30 novembre e terminato con i top del 14 dicembre. Con lo stop posizionato a 13,95 euro, il primo target è a 15,25 euro mentre il secondo si colloca a 15,65 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA