Generali: Profumo, "Il Leone deve crescere"

Inviato da Micaela Osella il Lun, 26/06/2006 - 10:09
Generali devono fare un salto dimensionale, con un'acquisizione possibilmente all'estero. Ma il quartier generale è meglio che resti italiano. Lo dice l'amministratore delegato di Unicredit, Alesssandro Profumo, in una conversazione a tutto campo organizzata dal Corriere Economia con Francesco Giavazzi, docente di Economia politica alla Bocconi ed editorialista del Corriere della Sera. Aggiunge Profumo: Mediobanca deve diluirsi a Trieste, così si smetterà di usarla come holding di controllo di Leone. Giavazzi sottolinea il tema delicato delle stock option come forma di remunerazione del management. In Italia c'è poco mercato ma spesso imprese sempre più piccole di quelle europee pagano di più i dirigenti. Ma il problema vero è l'equità fiscale: le stock option sono tassate al 12,5%. Come è possibile spiegarlo ai dipendenti che pagano aliquote ben più alte dei loro stipendi? La soluzione, urgente, prevede com'è logico un'impostazione all'aliquota marginale, molto più elevata. Ma più equa.
COMMENTA LA NOTIZIA