Generali: Perissonotto, "Su Toro mossa necessaria"

Inviato da Laura Vezzoli il Mar, 27/06/2006 - 08:29
"Cogliere le opportunità e dopo spiegare che tutto ciò fa parte di una strategia". Questa è la regola che viene spesso citata da Antoine Bernheim, presidente delle Generali, e che l'ad Giovanni Perissinotto mette in pratica all'indomani dell'accordo con DeAgostini. Il Leone triestino ha infatti acquisito dalla società editoriale il 55% di Toro ed ora è pronta a lanciare un'Opa sul rimante capitale in circolazione. Il costo dell'operazione, 3,85 miliardi, è stato decisamente elevato e gli investitori rimangono piuttosto dubbiosi . A testimonianza di ciò, il titolo Generali ha segnato ieri a Piazza Affari un ribasso dell'1,7%. Perissinotto però convinto di aver fatto la scelta giusta: "E' un'opportunità. La Toro ha un eccellente posizione di mercato, soprattutto nel settore delle polizze danni al dettaglio, è estremamente ben riservata, ci consente di realizzare quella crescita anche per acquisizioni indicata nel nostro piano strategico". Secondo l'ad gli effetti benefici dell'operazione saranno visibili già nel prossimo esercizio: l'utile delle Generali dovrebbe crescere di circa il 6% sin dal 2007. La marcia non sembra accennare a fermarsi. "All'indomani dell'operazione - commenta Perissinotto- disporremo di un capitale in eccesso per circa 3 miliardi. Andiamo dove ci sono opportunità. Quest'anno siamo andati prima in India, poi in Ucraina, ora in Italia. Domani vedremo".
COMMENTA LA NOTIZIA