Generali nell'avanguardia dell'S&P/Mib all'indomani della trimestrale

Inviato da Redazione il Mer, 09/05/2007 - 09:26
Tutto come copione. La crescita dell'utile netto del gruppo Generali ha sfiorato il 20% a 715,4 milioni di euro nel primo trimestre 2007. Il mercato non manca però di premiare il titolo del Leone di Trieste che dopo i primi minuti di contrattazione si è portato nelle posizioni di testa dell'S&P/mib in rialzo di un punto e mezzo percentuale a quota 34,52 euro. Tra gli altri dati di rilievo spicca la raccolta dei premi lordi complessivi che è stata di 18,48 miliardi (+4,4%). Nei danni i premi lordi sono saliti a 6.392,8 milioni, in crescita del 14,5% rispetto allo stesso periodo del 2006 grazie a Toro (+3,9% in termini omogenei). A livello strategico, dopo la recente operazione in Repubblica Ceca con Ppf, il Leone di Trieste punta con decisione al mercato russo, come fatto intendere ieri dal presidente di Generali, Antoine Bernheim: "Abbiamo proseguito la strategia di sviluppo, anche per linee esterne, nei Paesi ad alto potenziale grazie al recente accordo per la costituzione di una joint venture con il Gruppo Ppf in Europa Centro Orientale che porterà Generali verso la leadership in questo mercato e costituirà la base di sviluppo - ha sottolinea il presidente del Leone - dei mercati dell'est dove il gruppo non è ancora presente. E la Russia è fra questi".
COMMENTA LA NOTIZIA