1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Generali, le resistenze statiche sembrano avere la meglio

QUOTAZIONI Generali Ass
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo aver toccato un massimo intraday a 12,48 euro nel corso della prima parte della mattinata, ora Generali ha annullato i guadagni. A favorire questo movimento vi sono anche ragioni di carattere tecnico. In particolar modo a risaltare è l’engulfing bearish costruito con le sedute dell’8 e del 9 novembre. Si tratta di un classico pattern ribassista. In questa direzione significativo è stato il rigetto dai massimi intraday di ieri: una volta giunte in prossimità del transito delle medie mobili a 14 e 200 periodi, le azioni hanno intrapreso la strada del ribasso senza essere in grado di oltrepassare le resistenze statiche presenti a 12,85 euro. Nella stessa direzione va il movimento borsistico di oggi: giunte in prossimità dei minimi dell’8 novembre a 12,51 euro le azioni hanno nuovamente ripiegato. Non va inoltre dimenticato come lo scorso 1 novembre i titoli sono scivolati sotto i supporti dinamici offerti dalla trendline disegnata con i minimi del 3 e del 20 ottobre. A questo punto diventa fondamentale la tenuta dei supporti statici posti a 11,93 euro, la cui violazione dovrebbe causare un’accelerazione ribassista. Escludendo stravolgimenti di carattere politico, è possibile implementare una strategia short che miri a beneficiare di un ritorno delle quotazioni in area 10,50/10,60 euro. In prossimità di tali valori vi è infatti il transito della trendline discendente tracciata con i top del 22 luglio e dell’1 settembre. La linea di tendenza in questione fu violata al rialzo lo scorso 27 settembre. Il verificarsi di tale scenario permetterebbe così il completamento del pull back profondo delle vecchie resistenze. Partendo da tali scenari è quindi possibile posizionarsi in vendita a 12,27 euro. Con stop che scatterebbe sopra i 12,95 euro, il primo target è individuato a 11,57 euro mentre il secondo è a 10,55 euro.