1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Generali in anticipo su target, nuovo piano a maggio. Pay out oltre 40% dal 2015

QUOTAZIONI Generali Ass
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
jcrop-previewGenerali realizzerà in anticipo sul piano al 2015 il target di crescita della redditività, con un aumento del ritorno sul capitale (Roe) operativo al 13%, mentre ha già realizzato gli obiettivi di una Solvency I oltre 160%, della cessione di asset non strategici per circa 4 miliardi di euro e di un free surplus oltre 2 miliardi. Lo annuncia il gruppo triestino in occasione dell’Investor Day a Londra. Il Leone di Trieste ha inoltre fatto sapere che presenterà la nuova fase delle proprie strategie a maggio 2015.
 
“Negli ultimi due anni Generali ha incessantemente perseguito una strategia volta a trasformare in modo sostanziale il business senza ricorrere all’aiuto degli azionisti”, ha dichiarato il Group Ceo di Generali, Mario Greco, in una nota. “Abbiamo mantenuto la nostra promessa e attraverso disciplina, semplicità e focus abbiamo raggiunto un obiettivo che molti ritenevano impossibile, specialmente in considerazione dello sfidante scenario macroeconomico in cui operiamo. Voglio congratularmi con tutti i nostri collaboratori per aver superato le attese e aver quasi completato il turnaround con un anno di anticipo sul piano, rendendo questo Gruppo un modello da seguire nel settore. Oggi ci presentiamo agli investitori nei nostri quattro mercati chiave, per illustrare nel dettaglio quali sono i frutti dell’incessante lavoro degli ultimi due anni e i nostri solidi fondamentali. Su di essi costruiremo il prossimo capitolo di Generali. Ci apprestiamo ora a pianificare il futuro con la sicurezza e la fiducia che derivano da un lavoro ben fatto”.
 
Grazie alla realizzazione in anticipo della maggior parte degli obiettivi fissati dal piano al 2015, Generali dispone di una maggior capacità di generare dividendi, con un aumento atteso del payout oltre il 40% a partire dal 2015. La conferma di una crescita dei dividendi, già accennata nei mesi scorsi, è venuta oggi in occasione dell’Investor Day a Londra, in cui Generali fornisce una panoramica sulle operazioni condotte nei quattro mercati chiave di Italia, Francia, Germania ed Europa Centro-orientale. Greco in conference call con gli analisti ha così spiegato che l’aumento del dividendo potrà avvenire già dal prossimo anno. “Negli ultimi due anni la politica dei dividendi è stata limitata al pagamento di un massimo del 40% sull’utile netto. Come già annunciato, e oggi lo confermiamo ufficialmente, questa politica non è più vincolante, perché non abbiamo più bisogno di accumulare altro capitale. Vedremo l’utile netto dell’anno, vedremo le proposte del Cda, ma possiamo pagare più del 40%“, ha promesso Greco. 
 
Per la fine dell’anno ci aspettiamo che tutto il piano che presentammo a gennaio 2013 possa essere raggiunto e accantonato”. Questa la previsione del Group Ceo che ha poi ha annunciato che il 27 maggio 2015 Generali presenterà il nuovo piano strategico sempre a Londra. “E’ molto raro – continua Greco – il caso di un turnaround di una società così grande, fatto così rapidamente, con un successo così completo e in condizioni di mercato così difficili. Noi abbiamo agito nelle condizioni di mercato peggiori che le assicurazioni abbiano mai visto nella loro storia e, malgrado tutto questo, siamo in grado di presentare oggi, con un anno di anticipo, dei risultati esattamente in linea con gli obiettivi che avevamo indicato. Obiettivi che, quando presentammo, furono giudicati visionari e molto sfidanti”. Greco ha poi voluto precisare che il piano “non prevedrà acquisizioni. Lavoriamo a un piano di crescita organica, basato sulle nostre risorse“. “Apriamo la porta sulla seconda fase – ha aggiunto – sul futuro della società, su cosa faremo successivamente”.