Generali, a 13,31 euro assicura una possibilità di vendita

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 12/07/2011 - 16:13
Decisa volatilità anche per Generali, con le azioni che scambiano in territorio positivo dopo aver toccato un minimo intraday a 12,17 euro. La flessione di ieri ha fatto uscire il titolo dalla lunga fase di congestione che ne ha caratterizzato l'andamento in Borsa dal luglio 2009. Nella fattispecie in quest'ottica è stata particolarmente significativa la chiusura sotto i supporti statici presenti a 13,31 euro, minimo intraday registrato il 30 novembre 2010. Oltre alla soglia indicata vi è un altro prezzo che assume un valore strategico: si tratta di 13,51/13,58 euro, area in cui si collocano i low del 13 luglio 2009, del 25 maggio 2010 e del 27 giugno del 2011. Il segnale di vendita generato ha riflessi per i corsi del Leone di Trieste nel lungo periodo: l'aver oltrepassato i supporti menzionati in precedenza ha infatti permesso il completamento di un testa e spalle con valenze ribassiste. Senza la completa estensione della figura, il target più naturale appare area 10 euro. Nell'intorno di tale valore si attestano i minimi del marzo 2009. Partendo da questi presupposti è quindi lecito implementare una strategia short modulata su due punti di ingresso: il primo a 13,30 euro e il secondo a 13,50 euro. Con un prezzo di carico medio che a quel punto sarebbe di 13,40 euro, lo stop scatterebbe a 14,45 euro mentre i target sarebbero a 12,52 euro e a 10,24 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA