General Motors: sindacati sul piede di guerra in Germania, Merkel chiede scelte rapide

Inviato da Micaela Osella il Ven, 06/11/2009 - 08:46
Il dietrofront di General Motors su Opel continua a far discutere sulle sponde del Reno. E' stata una giornata di protesta ieri in Germania: nelle fabbriche tedesche di Opel non sono mancati i comizi e le manifestazioni per contestare la decisione di General Motors di non vendere la filiale europea alla società austro-canadese Magna, appoggiata da partner russi. La stampa in questo paese parla di strappo nelle relazioni tedesco-americane, anche se lo sguardo ormai è tutto rivolto al piano di ristrutturazione che Gm dovrà presentare rapidamente. Il cancelliere Angela Merkel e il presidente Barack Obama si sono parlati mercoledì sera, secondo un comunicato della Cancelleria pubblicato ieri. La signora Merkel ha chiesto che GM presenti un piano di ristrutturazione di Opel "il più velocemente possibile".
COMMENTA LA NOTIZIA