General Motors: Magna e Sberbank esamineranno azioni legali dietrofront vendita Opel

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La casa automobilistica, General Motors, per il suo dietrofront sul dossier Opel, dovrà vedersela con l’ira della canadese Magna e della banca russa Sberbank che fino a ieri dovevano acquisire il controllo di Opel. Come ha spiegato il portavoce del premier russo, Vladimir Putin le due società esamineranno “dal punto di vista legale” le conseguenze della decisione di Gm.