1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Gaz de France-Suez: Kroes, “Ok, ma bloccate le tariffe”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sembra ormai fatta la fusione tra Suez e Gaz de France. Stando alle indiscrezioni, il 14 novembre la commissaria europea all’Antitrust, Neelie Kroes, proporrà al collegio guidato da Josè Manuel Durao Barroso, di dare il via libera all’operazione. Intanto i contrasti tra le due società sono stati appianati e i numeri uno di Suez, Gerard Mestrallet, e di Gdf, Jean François Girelli, si sono accordati sul concambio delle azioni (1 a 1) e sulla distribuzione delle poltrone negli alti gradi del management. Il via libera di Bruxelles permetterà la nascita del primo gruppo dell’energia in Europa in base al fatturato: circa 64 miliardi di euro. in Borsa la joint-venture prenderà il largo con una dote di quasi 72 miliardi di capitalizzazione. Un colpo che avrà pesanti riflessi sullo scenario industriale, finanziario e politico in Europa. La Kroes ha subordinato l’ok a una serie di condizioni, tese a spezzare il conglomerato gas-elettricità che in partenza avrebbe il monopolio quasi assoluto della distribuzione di energia alle famiglie e alle imprese. Suez cederà così la quota in Distrigaz, mentre Gdf venderà la propria partecipazione in Spe. Ma il governo belga ha preteso, inoltre, una garanzia che ha pochi precedenti. Suez e Gdf si sono cioè impegnati a non aumentare le tariffe e a non toccare le bollette dei cittadini e delle imprese almeno per un anno.