Gas: scongiurata la guerra dei prezzi, Mosca impone l'accordo alla Bielorussia

Inviato da Micaela Osella il Mar, 02/01/2007 - 08:17
L'accordo che scongiura una nuova crisi energetica in Europa, arriva un minuto prima della scadenza dell'ultimatum di mezzanotte fissato da Gazprom, quando i fuochi d'artificio che salutano il 2007 iniziano a colorare il Cremlino e la Piazza Rossa di Mosca. La società statale monopolista venderà alla Bielorussia il gas a 100 dollari per mille metri cubi, raddoppiando il prezzo "politico" accordato a Minsk per anni (46,68). Il colosso russo acquisisce poi per 2,5 miliardi di dollari metà della Beltransgaz, la società che gestisce i gasdotti della Bielorussia. Per capire che il braccio di ferro che durava da marzo è stato vinto dal presidente russo, Vladimir Putin, basta sentire le dichiarazioni dei protagonisti delle trattative dell'ultimo giorno.
COMMENTA LA NOTIZIA