Gas, Minsk si vendica su Mosca imponendo la tassa sul transito del petrolio

Inviato da Redazione il Gio, 04/01/2007 - 09:37
Nuova puntata della contesa tra Mosca e Minsk riguardante il petrolio. La Bielorussia ha, infatti, imposto una tassa per il transito del greggio nel paese e tariffe sull'affitto delle terre per gasdotti e oleodotti.
Dopo il contratto imposto da Gazprom il 31 dicembre scorso che prevede un prezzo doppio, da 46 dollari per mille metri cubi di gas naturale a 100 dollari attuali, il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko minaccia battaglia dura con ritorsioni a tutto campo contro Vladimir Putin. Lukashenko ha annunciato una nuova imposta sul transito del petrolio russo, pari a 45 dollari per ogni tonnellata di greggio. Secondo, gli analisti però questa notizia non dovrebbe influire sui prezzi mondiali del petrolio anche se potrebbe costringere Polonia e Germania a cercare vie alternative.
COMMENTA LA NOTIZIA