Gas: Malacarne (Snam) non particolarmente preoccupato per crisi Ucraina

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 26/08/2014 - 11:52
Quotazione: SNAM
Carlo Malacarne, amministratore delegato di Snam, ha detto di non essere particolarmente preoccupato per la crisi in Ucraina. "Non siamo particolarmente preoccupati che possa venire meno la sicurezza degli approvvigionamenti in Italia. Siamo molto attenti su come risolvere l'eventuale mancanza di gas per periodi prolungati", ha spiegato l'Ad a margine del meeting di Rimini. E ha aggiunto: "Stiamo lavorando in coordinamento con i Paesi confinanti per utilizzare al meglio le strutture esistenti e per poi utilizzare il sistema di stoccaggio che, ricordo, è uno dei più grossi a livello europeo, per cui dobbiamo cercare di riempire completamente gli stoccaggi per 11 miliardi di metri cubi entro ottobre e, tra le altre cose, lavorare per risolvere eventuali mancanze di gas per periodi prolungati durante i due o tre mesi invernali".

Per quanto riguarda i consumi di gas, Malacarne ha dichiarato che c'è "una situazione di stasi dove non si vede una grossa ripresa". "Sono molto tenui le variazioni che si possono registrare. Nella produzione industriale rimangono più o meno piatti, senza diminuzione nè crescita. Non ci sono indici di crescita nè per i consumi elettrici nè per quelli di gas. Sul totale dell'anno pensiamo di essere ad una percentuale del 3% o 4% inferiore ai consumi dello scorso anno che sono stati di 70 miliardi di metri cubi", ha stimato il top manager.

Malacarne ha poi parlato del Tap, il gasdotto che dovrebbe portare il gas dall'Azerbaijan all'Italia, come strategico non solo per l'Italia ma per tutta l'Europa. "La nostra idea è che è un'opera strategica essenziale, indipendentemente dalla quantità dei consumi".
COMMENTA LA NOTIZIA
antobomba scrive...
Bu$in€$$ scrive...
twentysense scrive...
 

SNAM

Snam

Superspazzola scrive...
Superspazzola scrive...