Gas: Chesapeake taglia la produzione ed i prezzi tornano a salire

Inviato da Luca Fiore il Mar, 24/01/2012 - 12:39
Tornano a crescere i prezzi del Gas Naturale negli Stati Uniti. Dopo aver toccato la scorsa settimana i minimi degli ultimi 10 anni le quotazioni del future sul Gas quotato al Nymex con consegna febbraio ieri hanno messo a segno un rialzo del 7,77% ed oggi evidenziano una crescita del 2,9% a 2,598 dollari per milione di Btu (British termal unit). La fiammata registrata dalle quotazioni è attribuibile all'annuncio da parte della statunitense Chesapeake di voler tagliare la produzione e gli investimenti in shale gas, il gas naturale ricavato da particolari rocce sedimentarie.

Chesapeake Energy è il secondo maggior produttore statunitense con un quota del 9%. "Le temperature miti negli Stati Uniti -ha dichiarato il Ceo di Chesapeake, Aubrey K. McClendon - hanno spinto i prezzi ad un livello che non riteniamo economicamente sostenibile". Nonostante i recenti rally il prezzo del Gas statunitense negli ultimi 12 mesi ha evidenziato una contrazione di circa il 50%.
COMMENTA LA NOTIZIA