1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Galassia Ligresti in ribasso in Borsa, per gli analisti giochi aperti dopo ingresso di Groupama

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo un avvio in altalena Premafin e Fondiaria Sai imboccano la strada del ribasso a Piazza Affari. In questo momento la compagnia assicurativa cede il 3,98% a 8,1950 euro, Premafin il 2,88% a 1,040 euro, segue Milano Assicurazioni con un -1,55% a 1,529 euro. Secondo gli operatori, che stanno cercando di capire come si evolverà la mossa di Salvatore Ligresti di aprire le porte del suo gruppo a Groupama, si tratta di prese di beneficio dopo il rally che venerdì ha interessato i due titoli.

 

Venerdì scorso Premafin, la holding della famiglia Ligresti che controlla Fondiaria-Sai, ha raggiunto un accordo con il sesto gruppo assicurativo transalpino, per un aumento di capitale da 225 milioni di euro al termine del quale i francesi avranno in mano una quota del 17%. Sul mercato però si è già cominciato a ragionare su quali siano le reali intenzioni della presa del gigante delle polizze transalpino sulle preziose controllate assicurative dell’ingegnere: si è fatta largo la convinzione che i francesi possano avere interessi ben più forti post aumento di capitale.

 

Dal quartier generale parigino è stato definito un investimento “finanziario”, ma in realtà ha tutta la parvenza di essere una tappa importante, se non di svolta, del percorso italiano di Groupama. E poco importa se gli aderenti al patto di sindacato di Premafin si sono impegnati per un periodo di due anni a far data dall’esecuzione dell’operazione a non cedere le loro partecipazioni e, insieme a Premafin, a non cedere il controllo diretto e indiretto di Fondiaria e di Milano Assicurazioni. Successivamente, qualora si intenda dar luogo a tali cessioni, Groupama dovrà essere previamente consultata e che fin da subito avrà però diritto a nominare un membro del cda di Premafin

 

Inoltre l’intesa, subordinata all’esenzione dell’obbligo di Opa da parte della Consob, potrebbe avere impatti sugli assetti di controllo di Piazzetta Cuccia a causa dei profili Antitrust che presenta: i Ligresti e Groupama sono, infatti, soci importanti di Mediobanca, azionista di riferimento di Generali e concorrente di Fonsai. Se tutto filerà liscio, ci sarà un consiglio Premafin per varare l’aumento (indicativamente a novembre) con un’operazione che si concluderà in primavera.


Secondo gli analisti di Equita l’aumento di capitale di Premafin rende molto probabile una simile operazione per Fondiaria Sai. “Grazie al cash derivante dall’aumento Premafin sarebbe in grado di sottoscrivere un aumento di Fondiaria Sai pari a un massimo di 375 milioni di euro circa”, segnalano. “In seguito a tale aumento il solvency di FonSai salirebbe a circa il 140%, mentre il PE stimato per il 2012 passerebbe dagli attuali 7,7 volte a 9,4 volte con una diluizione del 22% circa. Non escludiamo – proseguono – che contestualmente all’aumento FonSai possa essere lanciato anche un aumento da parte della controllata Milano Assicurazioni, che non necessita di capitale, avendo un solvency I prossimo al 200%, ma la cui eventuale ricapitalizzazione avrebbe un effetto positivo sui ratio della controllante Fonsai”.
 
“Dopo il rimbalzo di venerdì ci sembra che ulteriore upside possa derivare alternativamente da una scommessa speculativa sostenuta dall`intervento di Groupama e da attese più bullish sul turnaround del danni”, concludono gli analisti di Equita, segnalando che “nel primo caso la cessione di Fondiaria Sai diventa possibile ma molto improbabile nel breve, nel secondo la visibilità resta ancora limitata. L`eventuale aumento e il conseguente probabile taglio del dividendo lasciano tempo per valutare il successo del turnaround”.


Gli esperti di Intermonte consigliano prudenza (giudizio neutral) su FonSai con target rivisto a 9,6 euro, nonostante possa scaturire un appeal speculativo di lungo periodo sul titolo legato all’ingresso di Groupama in Premafin, alla luce della maggior evidenza di un rischio di aumento di capitale nel breve periodo. Su Milano Assicurazioni il broker ha invece alzato la raccomandazione a speculative buy con target a 2,5 euro alla luce di uno scenario nel lungo periodo di una possibile Opa, contestuale al lancio dell’Opa anche su FonSAI o di una possibile cessione.