1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

G8 straordinario in agenda a novembre per riscrivere le regole

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova Bretton Woods per creare un nuovo ordinamento economico internazionale. Così la chiama Nicolas Sarkozy, presidente francese e guida di turno dell’Ue. Il copyright del progetto viene rivendicato anche da Italia, Germania e Gran Bretagna. La riunione del G8 straordinario dovrebbe tenersi là dove tutto è incominciato, a New York, probabilmente a novembre. Proprio ieri i leader del G8 – Usa, Russia, Canada e Giappone oltre ai quattro europei – hanno giurato di voler agire insieme. Si cerca una risposta globale e Sarkozy fissa due obiettivi precisi: nessuna istituzione finanziaria deve sfuggire alla regolamentazione e alla supervisione, cosa che vale anche per le agenzie di rating e gli hedge fund; tutte le aziende devono essere affidabili e rispondere per il loro operato, ad esempio risponderanno a precise regola sulla remunerazione dei manager. Tra i progetti avanzati invece dal premier italiano, Silvio Berlusconi, c’è un allargamento del G8 per trasformarlo fino a un G14 che comprenda anche economie emergenti quali Cina, India e Brasile.