Future Us in lieve progresso, attesa per discorso Bernanke

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Lieve intonazione positiva per i future sui principali indici azionari statunitensi a circa 2 ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni. Il future sull’S&p 500 segna un rialzo dello 0,06% a 1.827 punti, stesso progresso per quello sul Dow Jones mentre è invariato il future sul Nasdaq 100. In assenza di dati macro di rilievo in uscita oggi (prevista solo la diffusione dell’indice Ism di New York alle ore 15.45) gli investitori saranno focalizzati principalmente sulle parole che emergeranno dai discorsi di vari esponenti della Fed. In primo luogo spicca il discorso del presidente della banca centrale Usa, Ben Bernanke, che a fine mese lascerà il testimone a Yanet Yellen. Lo speech di Bernanke è in agenda alle 20.30 italiane e sarà preceduto da altri discorsi di esponenti della Fed tra cui il presidente della Fed di Philadelphia Charles Plosser e l’esponente del Fomc Jeremy Stein.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…