Fusione Eni-Enel: per Centrosim e' una possibilita' concreta

Inviato da Redazione il Mer, 01/03/2006 - 11:51
Quotazione: ENEL
Quotazione: ENI
Sì al matrimonio tra Eni ed Enel per gli analisti di Centrosim. Da semplice provocazione a concreta possibilità il passo secondo gli analisti non è così lungo per la gamba. Anche se lo scenario politico italiano sembra abbastanza diviso in merito alla fusione dei due colosso italiani, come mossa forte per contrastare la chiusura unilaterale decretata dalla Francia sul caso Suez/Electrabel, a nostro avviso, scrivono questi analisti nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com, la fusione fra Eni ed Enel resta una possibilità concreta. Secondo gli esperti il deal avrebbe infatti molto senso dal punto di vista industriale perché "in grado di garantire al nuovo aggregato forti posizioni all'interno del mercato europeo ed ulteriori possibilità di crescita, anche se una aggregazione di questo tipo andrebbe fortemente regolata nell'attività rivolta al mercato interno, per evitare che possa compromettere le posizioni degli altri operatori nazionali". E in Borsa chi sarà il vincitore? "Se la fusione diventerà realtà, molto dell'appeal dovrebbe riflettersi su Enel, per via del fatto che, viste le differenze dimensionali, potrebbe essere Eni a lanciare un'offerta sul gruppo
elettrico", rispondono nella nota, specificando "ma anche in caso di fusione per unione, proprio per un discorso dimensionale, potrebbe comunque essere concesso un premio sul rapporto di concambio in favore di Enel". Buy (comprare il titolo) confermato su Enel fino a 7,6 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA