1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fugnoli: “Il rialzo del greggio e’ solido. Da sfruttare qualsiasi correzione”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il prezzo del petrolio non dà tregua ai mercati. Ma quanto tempo durerà ancora questa situazione scottante? “Proprio perchè l’economia mondiale continua a crescere, il problema del petrolio tornerà a porsi e ci terrà compagnia per molti anni”, spiega Alessandro Fugnoli, capoeconomista di AbaxBank. Dunque: “qualsiasi correzione sul greggio o sui titoli petroliferi andrà sfruttata per costruire il terzo modulo del portafoglio del futuro, quello legato alle azioni oil. Il primo modulo continua a essere azionario e a puntare sulla crescita globale, per la quale ci sono molte condizioni favorevoli. Il secondo modulo, che possiamo chiamare 11 settembre, è fatto di bond governativi non a tasso fisso ma indicizzati all’inflazione e punta ad attenuare i danni da eventi geopolitici anche più devastanti delle Torri Gemelle”. Quindi la scommessa sul settore oil sembra una scommessa vinta. “Il rialzo del greggio è solido e strutturale. Gli interventi correttivi strutturali arriveranno, ma a un prezzo più alto dell’attuale”, sostiene Fugnoli. E nel breve? “Da qui a fine anno, c’è spazio per un consolidamento. Come mostrano i dati di oggi sulle scorte americane, il petrolio non scarseggia. E’ semplicemente di pochissimo superiore alla domanda. Volendo, quindi, i mercati azionari potranno concedersi, se vince Bush, un piccolissimo rally di fine anno”, conclude l’economista di Abaxbank.