Ftse Mib, i supporti di 20.700 non reggono e accelera al ribasso

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 12/10/2010 - 10:23
Quotazione: FTSE MIB
Che quella odierna potesse essere una seduta a rischio di pesanti ribassi lo si sapeva. La chiusura di Tokyo, in calo di oltre il 2%, non lasciava in tal senso molte aspettative. Certamente però la tenuta dei supporti compresi tra 20.600/20.700 punti diventavano strategici per testare la consistenza dei rialzi dei giorni scorsi. Gli investitori tuttavia hanno voluto penalizzare ancor più le quotazioni del Ftse Mib, allungando sotto i supporti appena citati e mettendo nel mirino il primo target intermedio di 20.466 punti, minimi del 6 e 7 ottobre. A questo punto a livello operativo diventa interessante vendere in caso di rapido rimbalzo intraday 20.620 punti. Con uno stop oltre 20.860 punti, non va infatti dimenticata la presenza di un gap aperto questa mattina, il target primario si attesta a 20.200 punti. Gli investitori peraltro potrebbero decidere di allungare anche fino alla soglia psicologica dei 20.000 punti ma considerando i numerosi supporti compresi nella fascia tra 20.000 e 20.200 punti si consiglia di essere più conservatori e chiudere nella fascia alta del range.
COMMENTA LA NOTIZIA