1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Ftse Mib recupera terreno ma rimane appesantito dal clima politico

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo l’apertura di seduta in contenuto ribasso l’indice Ftse Mib ha preso con maggiore decisione la strada della discesa. I mercati sono preoccupati dall’evoluzione della crisi della maggioranza di governo.
Lo segnala sia il differenziale con i listini di altri Paesi europei, tutti a ridosso della parità, sia il permanere dello spread BTP-Bund sopra 330 punti. A Milano l’indice Ftse Mib arretra dello 0,5% dopo essere arrivato a perdere oltre un punto percentuale. Si disputano l’ultimo posto sul listino A2A e Unicredit con un calo di circa 2 punti percentuali ma è tutto il settore bancario a pesare in negativo: Popolare Emilia Romagna -1,73%, Mediobanca -1,16%, Mps -1,20%, Popolare di Milano -0,69%, Ubi -0,78%, Banco Popolare -0,69%, Intesa -0,70%. In calo anche la galassia Fiat con i due titoli industriali che segnano un calo dello 0,84% (Fiat Industrial) e dell’1,23% (Fiat). Sopra la parità una pattuglia di titoli guidata da Impregilo (+3,03%), apprezzata per i target del piano industriale 2013-2015. Sale bene anche Telecom Italia (+2,15%) sul tema dello spin off della rete.