FTSE Mib pronto a una nuova sfida ai top 2014, Stm ha nel mirino i 7,15 euro

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 05/03/2014 - 10:20

Il rally che ha caratterizzato la seduta di ieri della Borsa Italiana ha nuovamente rimescolato le carte. Le indicazioni di debolezza che erano giunte in occasione dei ribassi maturati il 3 marzo, l'aggravarsi delle tensioni tra Ucraina e Russia aveva portato il basket a chiudere sotto i supporti statici di area 20.150720.160 punti che delimitavano inferiormente il trading range all'interno del quale il paniere scambiava da metà febbraio, sono state annullate. Non solo. L'allungo di ieri e l'apertura di oggi hanno prontamente riportato le quotazioni dell'indice sui massimi dell'anno, mettendo così nuovamente sotto pressione le resistenze statiche di area 20.580 punti. Eventuali allunghi oltre tale soglia resistenziale fornirebbero ora nuovi spunti rialzisti che farebbero mettere nel mirino al FTSE Mib i 21.000 punti. In questo scenario, eventuali strategie long strutturate con ingressi in acquisto a 20.235 punti, con stop sotto i minimi di ieri, avrebbero obiettivo dapprima a 20.580 punti e successivamente a 21.000 punti. A livello di singole storie societarie, appaiono opposte le prospettive di breve del quadro tecnico di Buzzi Unicem e Stm. Il primo titolo soffre ancora delle indicazioni di vendita generate dai ribassi di lunedì e solo uno stabile ritorno sopra la soglia dei 7,40 euro, il secondo invece beneficia delle indicazioni d'acquisto emerse lo scorso 26 febbraio con la chiusura oltre le resistenze statiche che erano poste in corrispondenza dei 6,275 euro. Ora l'azione di Stm appare proiettata dapprima verso i top dell'11 ottobre 2013 in area 6,88 euro e successivamente verso le resistenze statiche espresse dalla serie di top della seconda metà di settembre 2013 in prossimità dei 7,10/7,15 euro.




COMMENTA LA NOTIZIA