1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ftse Mib, nel mirino ci sono i minimi di maggio 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le flessioni di venerdì continuano a farsi sentire a Piazza Affari. L’apertura della nuova ottava da parte del Ftse Mib è stata infatti caratterizzata dalla generazione di un nuovo segnale di vendita. Nello specifico il principale paniere della Borsa milanese è scivolato fin dai primi minuti di contrattazione sotto la strategica soglia dei 19.000 punti, con un gap down tra i 19.049,88 punti della chiusura di venerdì e i 18.811,95 dell’apertura odierna. A dare indicazioni ulteriormente negative vi è stato anche la constatazione che i prezzi di riferimento ad inizio giornata si sono attestati su valori inferiori ai minimi intraday di venerdì. L’indicazione di vendita di oggi fa seguito alla recente violazione della trendline ascendente di lungo periodo ottenuta con i minimi crescenti del 25 maggio e del 30 novembre 2010, elemento di debolezza di lungo termine. Partendo da questi presupposti e constatando che gli appigli grafici prima di giungere in prossimità della soglia psicologica dei 18.000 punti sono alquanto esigui, l’ingresso in vendita sui rimbalzi in area 19.000/19.080 punti permettono di intraprendere una strategia short. Con stop che scatterebbe con allunghi oltre i 19.500 punti, il primo target è collocato a 18.535 punti mentre il secondo è a 18.050 punti.