Il FTSE Mib mette nel mirino i supporti statici di area 21.200 punti, segnali di vendita per Cac e Dax

Inviato da Riccardo Designori il Ven, 11/04/2014 - 11:39
La flessione che ha caratterizzato i corsi dell'S&P 500 nel corso della seduta di ieri ha avuto ripercussioni negative sul quadro tecnico dei panieri europei. Questo almeno nel breve. Il FTSE Mib ha aperto le contrattazioni confermando i segnali di debolezza emersi ieri con la chiusura degli scambi sotto i supporti statici di breve posti in corrispondenza dei 21.600 punti. Con detta rottura il paniere ha messo nel mirino i successivi supporti di area 21.180/21.200 punti, soglia supportiva violata al rialzo a fine marzo e già avvicinata dopo l'open. Proprio la vicinanza con il livello potrebbe spingere a momentanei rimbalzi utili all'implementazione di nuove strategie ribassiste. Più deficitari invece i quadri tecnici del DAX e del Cac. Il paniere tedesco in particolar modo appare aver nuovamente messo nel mirino gli strategici supporti statici e psicologici posti in corrispondenza dei 9.000 punti.




COMMENTA LA NOTIZIA