FTSE Mib improntato al ribasso con corsi sotto i 20.580 punti, possibili short sul rimbalzo di A2a

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 17/03/2014 - 11:14

Prova a rimbalzare in avvio di ottava il FTSE Mib, con il paniere italiano che lo scorso venerdì ha trovato sostegno alle indicazioni emerse con la violazione dei supporti statici di area 20.550 punti nei supporti dinamici espressi dalla trendline ascendente tracciata con i minimi del 4 febbraio e del 3 marzo scorsi. La violazione al ribasso del trading range che aveva caratterizzato l'evoluzione dei corsi a cavallo tra il 6 e 13 marzo, intervallo delimitato superiormente delle resistenze statiche poste in prossimità dei 21.000 punti e i supporti statici menzionati in precedenza, continua tuttavia ad avere la meglio. Tale impostazione permarrà con i corsi dell'indice sotto i 20.580 punti. In quest'ottica eventuali rimbalzi in prossimità dei 20.550 punti potrebbero essere favorire l'implementazione di strategie ribassiste volte a un ritorno del paniere in area 20.300 punti. A livello di storie societarie, le ultime sedute di Borsa hanno deteriorato l'impostazione tecnica di A2a e di Finmeccanica. Per quanto riguarda l'utility lombarda in particolar modo, la violazione dello scorso venerdì della trendline ascendente tracciata con i minimi del 18 febbraio e del 3 di marzo sul daily chart rappresenta un elemento che potrebbe invertire nel breve il trend ascendente del titolo. Ecco dunque che eventuali rimbalzi in area 0,99/0,992 euro potrebbero risultare proattivi allo sviluppo di strategie short.




COMMENTA LA NOTIZIA