1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ftse Mib, ignorate le resistenze strategiche di area 21.650 punti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova seduta all’insegna del denaro per il Ftse Mib che grazie al rialzo odierno fa segnare al momento un progresso da inizio anno di oltre 8 punti percentuali. Il principale paniere di Piazza Affari continua così la corsa intrapresa dai supporti a 20.000 punti lo scorso 11 gennaio. La voglia di recupero dei listini dei Paesi periferici dell’area euro dopo un 2010 avaro di soddisfazioni e la forte incidenza del settore finanziario sull’intero listino sono due degli elementi che contribuiscono a sostenere le quotazioni. La seduta odierna ha peraltro ulteriormente migliorato il quadro tecnico del Ftse Mib: il paniere ha infatti rotto di slancio le fondamentali resistenze di area 21.650 punti. Il livello indicato nella seconda parte del 2010 aveva più volte bloccato la spinta propulsiva dell’indice, favorendone movimenti correttivi. Le resistenze appena citate rappresentavano l’ultimo vero ostacolo statico prima di un ritorno in prossimità dei 23.000 punti, quotazioni abbandonate nell’aprile 2010. Se il trend di breve e di medio periodo appare ora saldamente improntato al rialzo, l’ultimo ostacolo prima di registrare un’inversione del trend anche nel lungo periodo è rappresentato dalle resistenze mobili offerte dalla trendline ribassista di lungo periodo. La trend in questione, ottenuta unendo i top decrescenti del 20 ottobre 2009 e del 16 aprile 2010, attualmente transita a 22.150 punti. Chi fosse interessato a sfruttare tali indicazioni grafiche per intraprendere o incrementare una strategia rialzista può posizionare i propri ordini di acquisto a 21.670 punti. In tal caso lo stop si avrebbe in caso di violazione di 21.200 punti mentre il primo target, prima di quello finale a 23.000 punti, si avrebbe per l’appunto a 22.150 punti.