FTSE Mib con i top 2014 nuovamente nel mirino, Dax e Cac verso il pull back utile a nuovi short

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 18/03/2014 - 11:09
Il deciso allungo maturato ieri da parte del FTSE Mib, fattore che ha portato il paniere italiano ad annullare almeno momentaneamente le indicazioni di debolezza che erano emerse con la flessione di venerdì 14 marzo e il ritorno dei corsi dei supporti statici di area 20.550 punti, hanno permesso al basket tricolore di mettere nuovamente nel mirino i massimi del 2014 posti in prossimità dei 21.000 punti. Se nuovi segnali d'acquisto di medio termine emergerebbero solo con la violazione di detta soglia resistenziale di stampo statico confermata in chiusura delle contrattazioni, la progressione di ieri appare proattiva a strategie long di breve da strutturare in caso di ritracciamento in area 20.550 punti. Lo stop in tal caso scatterebbe al cedimento dei minimi della seduta di ieri. Indicazioni rialziste di breve caratterizzano anche il Dax e il Cac40, con i due panieri che in questa fase appaiono intenzionati a completare a loro volta il pull back profondo dei vecchi supporti statici, per il Cac, e dinamici, per il Dax violate al ribasso la scorsa ottava. Per entrambi i panieri tuttavia a dominare la tendenza di medio termine rimane la presenza sui rispettivi daily chart dei doppi massimi completati proprio nella passata ottava. Ecco dunque che ritorni dei corsi del Dax in area 9.300 punti potrebbero essere l'occasione per posizionarsi in vendita su un orizzonte temporale più esteso. Stesso discorso in caso di progressioni del Cac in area 4.290 punti, base del double top completato lo scorso 13 marzo.




COMMENTA LA NOTIZIA