1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ftse 100, voglia di correzione?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mentre altri listini come quello milanese o quello di Madrid hanno iniziato il 2011 con un notevole piglio rialzista, favoriti in tal senso dalla pesante sottoperformance che invece aveva caratterizzato il loro 2010, il Ftse 100 appare invece in affanno. Ecco dunque che a ben guardare si nota come il costante progresso che ha interessato le quotazioni da fine novembre, movimento che aveva portato ad una decisa violazione dei precedenti top 2010 di area 5.900 punti, non ha permesso di andare a mettere reale pressione ai top di periodo a 6.090 punti. Viceversa sul grafico giornaliero la seduta odierna sembra destinata a chiudersi con la violazione della trendline ascendente di medio termine tracciata con i minimi crescenti del 30 novembre e del 10 gennaio scorso. Sempre oggi è stata incrociata dall’alto verso il basso la media mobile a 14 periodo, altro elemento che mette all’erta. Complice la violazione del minimo intraday di ieri il paniere britannico sembra destinato ora ad andare quantomeno a ritestare i supporti di area 5.940 punti. La violazione di tale livello dovrebbe favorire un allungo successivo in prossimità dei 5.800 punti. Chi volesse operare con una strategia ribassista, considerando che una prima rottura si è già manifestata sul grafico a 30 minuti, potrebbe posizionare i propri ordini di vendita a 5.985 punti. In quest’ottica lo stop si avrebbe con un ritorno oltre i top di 6.055 punti mentre i target sarebbero dapprima 5.940 punti e 5.830 punti poi.