FT: Monti l'uomo per tutte le stagioni. Il futuro? Premier, al Colle o ministro dell'Economia

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 24/10/2012 - 10:29

Un mix di profonda recessione e di disaffezione verso la politica alimenta le aspettative su un nuovo importante incarico per Mario Monti, quando il suo mandato di premier finirà il prossimo aprile quando si terranno le elezioni. E' quanto scrive il Financial Times in un articolo sul presidente del Consiglio definito "l'uomo per tutte le stagioni". Il quotidiano della City entra così nel clima politico del Belpaese, dove ormai la questione del Monti-bis è al centro di ogni dibattito nei palazzi romani, tracciando diversi scenari sul futuro dell'ex commissario Ue.
 
La prima ipotesi potrebbe essere una riconferma a presidente del Consiglio qualora dalle urne della prossima primavera non dovesse uscire una maggioranza chiara. Oppure il nuovo Parlamento potrebbe indicarlo come successore di Giorgio Napolitano, che terminerà il suo mandato di Capo dello Stato a maggio del 2013. Secondo il Financial Times un nuovo scenario sta prendendo forma negli ultimi tempi: Monti potrebbe ricoprire la carica di ministro dell'Economia in un governo di centro-sinistra.

Un'ipotesi, quest'ultima, che sarebbe solo di passaggio fino al 2014 inoltrato, quando Monti potrebbe succedere a Van Rompuy alla guida del Consiglio Europeo. Secondo fonti del Partito Democratico, scrive il quotidiano della City, una della prime mosse di Monti in un nuovo governo potrebbe essere quella di chiedere a Bruxelles più tempo raggiungere i target di bilancio. Mario Monti, conclude il FT, ha restaurato la credibilità italiana sulla scena internazionale, ma in patria viene visto come un un personaggio con scarse qualità politiche e di tatto.

COMMENTA LA NOTIZIA