Freedomland, il titolo in fuga lascia dietro di se' un gran polverone

Inviato da Redazione il Lun, 04/11/2002 - 19:11
Dietro la sospensione del titolo Freedomland ci potrebbe essere l'inizio delle grandi manovre per portare a quotazione Tecnosistemi, la società di Mario Mutti, e il mercato è infatti in attesa di una comunicazione della società. La prima mossa dovrebbe essere comunque la fusione con la controllante Content, la società veicolo utilizzata per l'opa, che detiene attualmente circa l'81% delle quote dell'ex "gioiello" di Virgilio Degiovanni. Questo perché Content si è indebitata con Centrobanca e Cofiri per mettere in piedi l'operazione, e le due merchant bank rientreranno dai soldi prestati solo grazie alla cassa di Freedomland. Nelle ultime sedute il titolo è schizzato al rialzo, arrivando ben sopra la quota 13,2 euro, quella alla quale ha comprato Content. Perché il titolo è stato spinto in alto con tale forza? La spiegazione potrebbe essere cercata nella valorizzazione delle società che entreranno nel progetto "Tecnosistemi in borsa", per cui è utile tenere alto il valore proprio di Freedomland. In alternativa si potrebbe pensare che qualcuno (ben informato) stia approfittando di un momento di euforia del mercato per vendere qualche quota a prezzi da affezione, e poi rientrare nella nuova aggregazione quando sarà completato il programma di fusioni ed aggregazioni. In questi casi comunque il rischio di entrare sul titolo è altissimo, per che la storia ha insegnato che spesso a queste crescite vertiginose che arrivano nei momenti di riassetto sono seguite da crolli altrettanto rovinosi. Su tutto un dubbio: Freedomland piena di liquidità potrebbe valere di più della somma di Freedomland svuotata della cassa con una Tecnosistemi un po' a corso di fiato a causa del settore nel quale opera, i servizi e le infrastrutture per le tlc.
COMMENTA LA NOTIZIA