Francia: Ocse, agire sul piano delle riforme per aumentare crescita e occupazione

Inviato da Valeria Panigada il Mar, 19/03/2013 - 13:30
Sebbene abbia evitato l'impatto più forte della crisi economica globale, la Francia deve ora agire sul piano delle riforme strutturali, ma non per una maggiore austerità, bensì per migliorare la competitività e aumentare l'occupazione. L'invito è arrivato oggi dall'Ocse, l'organizzazione di cooperazione e di sviluppo economico. Secondo lo studio, la stagnazione dell'attività in Francia proseguirà nel 2013 con una previsione di crescita dello 0,1%, in ribasso rispetto alla precedente stima di un +0,3%. A preoccupare soprattutto il mercato del lavoro, con una disoccupazione che dovrebbe stabilizzarsi all'11,25%. Gli sforzi, secondo l'organizzazione, dovranno concentrasi anche sulla riduzione del deficit pubblico. La Francia sta negoziando con Bruxelles lo slittamento al 2014 del raggiungimento della soglia del 3% del Pil, anzichè nel 2013. Secondo l'Ocse il deficit si stabilirà al 3,5% del Pil quest'anno.
COMMENTA LA NOTIZIA