1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Francia, Alto Consiglio finanze mette in dubbio previsioni crescita

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’economia francese potrebbe contrarsi quest’anno e crescere meno del previsto nei prossimi quattro anni. A prospettare tale scenario non è stato l’Fmi, con l’organizzazione di Washigton che oggi ha rivisto al ribasso le prospettive francesi per il 2013 tagliandole dello 0,4% e portando le nuove stime di crescita a -0,1%. A mettere in dubbio le prospettive di espansione congiunturali è stato proprio un organismo di matrice transalpina, l’Alto consiglio delle Finanze francese.

Il giorno prima che il governo pubblichi un nuovo piano pluriennale di taglio del deficit, l’Alto consiglio ha dichiarato di ritenere che “non si possa escludere una lieve contrazione del Pil nel 2013 e una crescita bene al di sotto dell’1,2% nel 2014”. Le nuove previsioni dell’Fmi per il prossimo anno sono più basse di quelle menzionate dall’Alto consiglio, con un’aspettativa di crescita posta a +0,9%.

Il governo francese basa il suo programma fiscale su previsioni di crescita dello 0,1% del Pil per quest’anno, dell’1,2% per il prossimo anno e del 2% in media per il periodo 2015-2017. Obiettivo difficile da centrare secondo l’organismo transalpino a causa dei rischi legati sia all’outlook economico in Europa sia alla debole domanda interna.