1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forza dell’economia continua a spingere la sterlina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora una seduta con il segno più per il pound. Nuova tappa di avvicinamento ai massimi dall’agosto del 2009 per il cable, salito oggi fino a 1,6920 dollari (lo scorso 6 maggio il cross si è spinto a 1,6995). Sterlina in evidenza anche nel cambio con la moneta unica (alle prese con le possibili nuove misure espansive che potrebbero essere approvate dalla Bce a giugno) sceso a 80,85 centesimi, il livello più basso dal dicembre del 2012.

Dopo le indicazioni sopra le stime arrivate ieri dall’aggiornamento relativo l’inflazione ad aprile (+1,8% a/a, +2% in versione “core”), oggi la moneta d’oltremanica capitalizza il balzo registrato il mese scorso dalle vendite al dettaglio (+1,3% mensile, consenso +0,4%, +0,5% a marzo).

Indicazioni rialziste sono arrivate anche dalla Bank of England. Nonostante la conferma unanime del costo del denaro allo 0,5% e del piano di acquisto asset in quota 375 miliardi di sterline, nella riunione del 7-8 maggio è emersa la possibilità che alcuni membri nelle prossime riunioni si schierino a favore di un incremento del tasso benchmark nel caso in cui dovessero arrivare nuove indicazioni positive dal mercato del lavoro.

“Un primo rialzo dei tassi potrebbe essere decretato a febbraio ma vista la forza della crescita economica, dell’occupazione e dei prezzi degli asset questa mossa potrebbe essere anticipata”, ha commentato James Knightley di ING.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.