Forte rialzo per Intesa Sanpaolo ma non è ancora il momento del long

Inviato da Alessandro Piu il Lun, 07/11/2011 - 13:43
Quotazione: INTESA S.PAOLO
Le voci di possibili dimissioni del premier Silvio Berlusconi stanno spingendo al rialzo la Borsa di Piazza Affari. Il Ftse Mib segna un rialzo del 2 per cento circa dopo aver fatto segnare ribassi dell'1,5% nella prima parte della seduta. In calo anche lo spread tra Btp e bund che aveva toccato un nuovo massimo a 490 punti. Piazza Affari è la borsa migliore in Europa, con Dax e Cac40 che si muovono poco al di sotto della linea di parità. Traino della borsa milanese è il comparto bancario con Mediobanca al comando del Ftse Mib. Forti anche i guadagni per Intesa Sanpaolo, +4,70% a 1,182 euro. Lo scenario grafico per quest'ultimo titolo rimane per il momento a rischio. Anche oggi, infatti, le quotazioni di Intesa Sanpaolo stanno trovando la resistenza costituita dalla media mobile a 14 giorni, discendente a quota 1,22 euro e autrice, nelle passate sedute, di un incrocio dall'alto verso il basso sulla media mobile a 55 giorni. Un segnale che conferma le difficoltà del quadro grafico sul quale è necessario mantenere prudenza. Sarà solo il recupero di 1,291, con chiusura del gap ribassista lasciato aperto lo scorso primo novembre, a fornire un primo elemento di solidità. Operativamente, lo scenario rimane short con possibilità di ingresso su ritorno sotto 1,16 e target a 1,09 e 1 euro. Lo stop loss potrebbe essere posizionato in tal caso a 1,205.
COMMENTA LA NOTIZIA