1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: la Snb non convince i mercati, il floor ancora sotto pressione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Franco svizzero stabile nel giorno della Snb. Oggi la Banca centrale elvetica (Swiss national bank) ha ribadito che il livello minimo (floor) nel cambio con l’euro, fissato lo scorso 6 settembre in quota 1,2, sarà difeso con “la massima determinazione”. Non cambia nulla anche per il Libor a tre mesi, confermato nel range 0-0,25%.

L’istituto guidato da Thomas Jordan ha rilevato come la situazione economica sia caratterizzata da “un’eccezionale incertezza” a causa del riacutizzarsi della crisi dell’area euro che nelle ultime settimane ha nuovamente messo sotto pressione il franco, da sempre considerato la quintessenza della valuta-rifugio.

Dopo aver incrementato le riserve a maggio, la Snb ha confermato che in futuro l’istituto acquisterà quantità “illimitate di moneta estera” per prevenire un eccessivo apprezzamento del franco. Anzi, agli attuali livelli, la moneta “è ancora a livelli eccessivamente alti”. Nonostante questo, l’incrocio con la moneta unica quota stabile nei pressi dei minimi di seduta (e di 1,2) a 1,2007. Sostanzialmente invariati anche il cross con la divisa statunitense, a 0,7438, e quello con la moneta nipponica, a 83,08 yen.

Nulla di fatto neanche dall’altra parte del mondo, dove ieri sera la Reserve Bank of New Zealand ha ribadito il costo del denaro al minimo storico del 2,5% rilevando come l’economia neozelandese si sia indebolita rispetto all’ultimo report. Per questo motivo, un primo rialzo del costo del denaro è stato posticipato da fine 2012 al 2013. Alla luce delle attese di alcuni analisti, che avevano previsto un taglio dei tassi, il dollaro neozelandese, anche detto kiwi, quota in rialzo nel cambio con il dollaro Usa (+0,5% a 0,78 usd) e contro il dollaro australiano (-0,25% a 1,2778 nzd).

Commenti dei Lettori
News Correlate
ASTA BOND

Italia: Tesoro, mercoledì in asta Bot per 6,75 miliardi

Nell’asta in calendario il prossimo 28 giugno saranno collocati Buoni ordinari del tesoro con scadenza semestrale per 6,75 miliardi. Il 30 giugno scadranno Bot a sei mesi per 6,5 miliardi.

MERCATI

Segno meno per i listini europei

Chiusura all’insegna della prudenza per le borse europee, alle prese con la debolezza del comparto energetico e con indicazioni macro contrastanti arrivate dalla Germania. Il Ftse100 ha terminato l’ultima seduta della settimana con un calo dello 0,2%…

Strategie di investimento

I gestori preferiscono l’azionario europeo a Wall Street. Il report di Bank of America

Franco svizzero stabile nel giorno della Snb. Oggi la Banca centrale elvetica (Swiss national bank) ha ribadito che il livello minimo (floor) nel cambio con l’euro, fissato lo scorso 6 settembre in quota 1,2, sarà difeso con “la massima determinazione”. Non cambia nulla anche per il Libor a tre mesi, confermato nel range 0-0,25%. L’istituto […]

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Italia: ancora indietro sui tempi di pagamento della Pa

L’Italia continua a portare la maglia nera nella classifica dei tempi effettivi di pagamento da parte della Pubblica amministrazione (Pa). Secondo l’ultimo rapporto di Intrum Iustitia, le imprese italiane pagano a 52 giorni contro 37 della media euro…