Forex: il ritorno della propensione al rischio penalizza il franco svizzero

Inviato da Luca Fiore il Ven, 01/07/2011 - 12:26
Le indicazioni positive in arrivo dalla Grecia penalizzano gli asset rifugio. Tra le materie prime a farne le spese sono i metalli preziosi, con l'oro a 1.488 e l'argento di poco sotto i 34 dollari l'oncia, mentre sul valutario il capro espiatorio è il franco svizzero, in calo per il quinto giorno consecutivo.

L'indicatore che misura l'andamento della moneta elvetica nel confronto con un basket di valute nelle ultime sedute ha perso 1 punto percentuale. Oggi a peggiorare la situazione sono arrivati i dati relativi il Pmi manifatturiero, sceso a giugno a 53,4 punti, contro attese a 57,8 punti. L'incrocio euro/franco quota in rialzo dello 0,75% a 1,2279 mentre il cross con il biglietto verde sale dello 0,46% a 0,8458. La divisa elvetica perde terreno anche contro le commodity currencies, con l'audchf che sale dello 0,7% a 0,9063 ed il cross nzdchf in crescita dello 0,48% a 0,6986.
COMMENTA LA NOTIZIA