1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: riflettori sulla sterlina, la BoE dovrà fare i conti con il nodo inflazione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Riflettori puntati sulla sterlina alla vigilia della riunione della Bank of England. Le attese sono di tassi ancora fermi allo 0,5%. Intanto oggi la Confederation of British Industry ha rivisto al rialzo le attese di inflazione per il 2011 portandole a una media del 3,9% rispetto al 3,3% precedentemente stimato. L’aumento delle pressioni inflattive fa crescere le pressioni sulla BoE per un incremento dei tassi già nel secondo trimestre di quest’anno. Il governatore della Bank of England, Mervyn King, ha rimarcato nelle scorse settimane che l’aumento dei prezzi delle commodity e l’aumento dell’Iva potrebbe portare l’inflazione sopra il 4% nei prossimi mesi.

Alle 10.00 il cross euro/sterlina oggi è poco mosso a quota 0,8479 pound dopo la discesa della sterlina di ieri dopo l’annuncio dell’innalzamento della tassa sulle banche.

L’esecutivo britannico guidato da George Osborne ha annunciato di aver alzato la tassa sui bilanci degli istituti di credito di 800 mln di sterline, pari a 940 mln di euro. L’incremento porta il totale a 2,5 mld di sterline.
Oggi atteso anche il dato sulla bilancia commerciale Uk di dicembre. Gli aspettative degli analisti sono per un saldo commerciale negativo di 4 miliardi di sterline, il lieve miglioramento dai -4,123 mld di novembre.

“Come con la maggior parte dei recenti dati economici l’incognita maggiore è rappresentata dall’impatto del maltempo nel mese di dicembre”, rimarca oggi Michael Hewson, analista di CMC Markets.