1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Forex: la Rba taglia i tassi e spinge al ribasso l’aussie

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Perentoria reazione ribassista dell’aussie, nome con cui viene identificato il dollaro australiano, alla decisione della Reserve Bank of Australia di tagliare il costo del denaro. La valuta australiana è scesa a cavallo di 1,03 dollari (minimo a 1,029) dagli 1,036 a cui viaggiava prima dell’annuncio della Rba. I tassi di riferimento in Australia sono passati dal 3,5 al 3,25%, sui minimi dal 2009. La maggioranza degli analisti si attendeva un nulla di fatto.

Il governatore della Rba, Glenn Stevens. ha sottolineato che la crescita in Cina (principale partner commerciale dell’Australia) ha rallentato e l’incertezza su prospettive a breve termine è maggiore di quanto non fosse qualche mese fa. “I prezzi delle materie prime fondamentali per l’Australia rimane significativamente inferiore rispetto all’inizio dell’anno – ha aggiunto il governatore della Rba – anche se alcuni hanno riguadagnato un po’ terreno nelle ultime settimane”.

“La mossa tende a non ampliare gli effetti della dipendenza dalla Cina all’economia interna”, rimarca la nota odierna di Fxcm. Secondo i dati compilati da Bloomberg guardando gli swap gli operatori prezzano una probabilità del 63% di un altro taglio dei tassi di un quarto di punto percentuale già nella prossima riunione di novembre. I tassi al 3% eguaglierebbero i minimi da 50 anni a cui erano scesi al culmine della crisi finanziaria tra aprile e settembre 2009.