Forex: prese di beneficio sulle nuove valute rifugio

Inviato da Luca Fiore il Lun, 12/09/2011 - 17:13
La Banca centrale svizzera sposta l'attenzione sulle monete scandinave. La linea Maginot fissata a 1,2 franchi contro euro dalla Swiss National Bank sembrerebbe tenere. Oggi nonostante le turbolenze dei mercati il cambio eurchf si attesta a 1,2038.

La mossa della SNB dello scorso 6 settembre oltre a favorire il biglietto verde, che da martedì scorso ha guadagnato 3 punti percentuali contro la moneta unica (eurusd a 1,3616 dollari in questo momento), ha fatto emergere altre due valute rifugio, la corona svedese e quella norvegese. Nonostante le prese di beneficio di oggi, dal 6 settembre il primo cross registra un calo dello 0,7% mentre il secondo dello 0,5%. In questo momento per acquistare un euro sono necessarie 9,05992 SEK mentre l'euro/NOK sale a 7,6398.

Preoccupate per l'eccessivo apprezzamento delle rispettive monete le banche centrali dei due Paesi sono subito corse ai ripari. La Risbank, la banca centrale svedese, lo scorso 7 settembre ha interrotto la politica restrittiva confermando il repo rate al 2%, mentre le autorità di Oslo hanno minacciato un taglio del costo del denaro per non veder vanificata la competitività dell'export.

La corona norvegese è stata la moneta che il 6 settembre ha registrato l'incremento maggiore nei confronti del franco ed è quella che ha messo a segno l'andamento migliore contro dollaro, euro e yen dal 5 agosto, giorno del downgrade degli Usa da parte di S&P's. "C'è un disperato bisogno di rifugi sicuri e la moneta norvegese è ovviamente sotto i riflettori. Non è una moneta sopravvalutata, e questo la rende ancora più attraente", ha dichiarato Henrik Gullberg, strategist di Deutsche Bank, all'agenzia Bloomberg.

La Norvegia nel 2010 ha registrato un avanzo di bilancio al 10,5% del Pil, il maggiore tra i Paesi che possono vantare la tripla A, ha il più basso tasso di disoccupazione della Zona Euro e l'industria petrolifera gli ha permesso di uscire dalla crisi economica.
COMMENTA LA NOTIZIA